Cala ancora la spesa media delle famiglie fanesi nei negozi e centri commerciali rispetti ai comuni limitrofi.

Questo ed altri dati preoccupanti nell’analisi sulla città che cambia in programma giovedì sera

FANO – La spesa delle famiglie fanesi? In picchiata. Lo dimostrano i dati dell’Osservatorio del Centro Studi della CNA delle Marche dai quali risulta che la spesa media delle famiglie in alcuni negozi-centri commerciali è pari ad uno scontrino di 14 euro; mentre a Pesaro è di 21 euro e a Senigallia è di 17 euro.Anche da questi semplici dati si evince quanto basso sia il livello di spesa dei fanesi rispetto ai cittadini dei comuni limitrofi. Altro aspetto significativo è che vengono sempre più esposti e venduti i prodotti rivolti agli over 50-60. Un ulteriore tendenza che, insieme ai dati demografici e al calo delle nascite, indica come Fano più che la città dei Bambini sembra la diventata la città dei Nonni. Ma non sono gli unici dati che indicano la crisi di una città e di un territorio. I redditi pro-capite segnano un tracollo a Fano tra il 2008 e il 2014 del -12,3% (Pesaro -3,3%). In termini assoluti significa un calo da 1.551,00 euro a 1.361,00euro al mese; una perdita media a famiglia secca di 200 euro al mese.

Le ore di cassa integrazione sono aumentate di 7 volte nel periodo 2005–2015, passando da 1.034.000 a 7.106.000 ore. Gli utenti della Caritas sono aumentati del 3,3,% dal 2011 al 2014.

Il tasso di disoccupazione dei giovani tra i 5 e i 24 anni della provincia ha raggiunto nel 2015 il 34.6%. I Net stanno aumentando e da uno studio raggiungono il5-6% dei disoccupati.

Insomma, si tratta di dati ampiamente negativi e preoccupanti, sui quali è opportuno riflettere. Per questo la CNA di Fano ha organizzato un incontro dal titolo“Fano, una città che cambia” che si terrà GIOVEDI’ 20 aprile (ore 20.30), alla Sala dell’Aeroporto in via Fermi al quale interverranno il sindaco Massimo Seri e l’Assessore al bilancio Carla Cecchetelli. L’iniziativa sarà anche l’occasione per celebrare il congresso territoriale dell’associazione e per rinnovare il presidente e gli organismi dirigenti dell’associazione.

L’incontro, nel corso del quale saranno illustrati dati economici e indicazioni sullo sviluppo della città, sarà aperto dal presidente uscente Marco Rossi e dal responsabile territoriale della CNA, Fausto Baldarelli. Le conclusioni sono affidate al presidente provinciale della CNA, Alberto Barilari.